La morte di al-Baghdadi e l’illusione della vittoria

by Giuliano Bifolchi

La morte del leader dello Stato Islamico Abu Bakr al-Baghdadi in Siria a causa di un raid a guida statunitense può considerarsi un evento importante nella lotta al terrorismo, ma non la vittoria su quello che è un fenomeno di portata mondiale che si è insinuato nelle crisi regionali grazie agli errori di politica estera ed interna degli attori internazionali….

Attentato di Istanbul ed Asia Centrale: il punto della situazione

Abdulkadir Masharipov, cittadino uzbeko di 33 anni, sarebbe il terrorista che avrebbe organizzato l’attacco al locale Reina di Istanbul la notte di Capodanno uccidendo 39 persone secondo quanto comunicato dalle autorità turche dopo il suo arrestato eseguito dalle forze di sicurezza. Con questo arresto e quello di altre tre persone si chiudono le indagini sui reali esecutori dell’attentato i quali sembrano avere un nome, un volto ed una nazionalità, ma il loro possibile collegamento con Daesh, conosciuto in Occidente con il nome di Stato Islamico, apre una maggiore inchiesta sulla rete terroristica esistente nell’Asia Centrale.

Indonesia, minaccia terroristica e Daesh

L’arresto avvenuto oggi 11 dicembre 2016 a Jakarta di quattro persone accusate di aver organizzato un attentato terroristico ai danni del Palazzo Presidenziale mette in luce la seria minaccia terroristica presente in Indonesia e crea una connessione maggiore con  Bahrun Naim, cittadino indonesiano residente in Siria e connesso allo Stato Islamico visto come la mente degli attacchi avvenuti sempre nella capitale indonesiana nel gennaio di questo anno.

La Russia e la minaccia terroristica dopo i recenti arresti di Mosca

Il giorno 7 dicembre 2016  il Ministero degli Affari Interni russo (in russo Министерство внутренних дел, МВД, traslitterano in Ministerstvo Vnutrennikh Del, MVD)  ha riportato la notizie circa l’arresto nella zona di Mosca di persone collegate ad organizzazioni terroristiche impegnate nelle attività di propaganda e reclutamento. Tale notizia evidenzia da una parte il lavoro del MVD e della agenzia FSB (in russo Федеральная служба безопасности Российской Федерации (ФСБ), traslitterato in Federal’naya sluzhba bezopasnosti Rossiyskoy Federatsii -FSB) nella lotta e contrasto al terrorismo, ma anche l’impossibilità di evitare la presenza della propaganda terroristica e di gruppi terroristici all’interno del territorio russo. …

ASRIE Associazione approfondisce la tematica del terrorismo nella regione euroasiatica

ASRIE Associazione ha partecipato ieri alla presentazione della Autumn School organizzato dalla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI) in collaborazione con la NATO Defense College Foundation dal titolo “Il terrorismo e le sue mutazioni geopolitiche“, evento che ha visto anche la presentazione del libro “Eurasia e jihadismo – Guerre ibride sulla Nuova Via della Seta”….

Iraq: terrorist attack targets Shiite pilgrims in Baghdad

A bloody attack shocked Baghdad today when a car bomb detonated along the road in the Nahrawan area. According to the local sources (security and medical officials) the explosion, which killed at least 23 people and wounded 39, targeted the Shiite pilgrims who were walking along the road used to reach the Shrine of Imam Musa Kadhim in northern Baghdad….

Are we serious in wanting to elimante ISIS?

Many writers, intellectuals, government or non-governmental think tank personnel and scholars are writing about and discussing the cause of ISIS’ birth. Somehow, either intentionally, otherwise missing the link of ISIS’creation or trying to show it as a new and out of the blue phenomenon, they have all been changed as a result of a dangerous epidemic which now appears to be out of control. The world, therefore, should be on high alert to face and be ready to bear the losses in this world war on terrorism….

Turquía vs PYD

Mientras se desarrollaban en Ginebra las negociaciones de paz para Siria, supuestamente suspendidas al 10 de marzo en relación al mantenimiento de la tregua establecida el 28 de febrero, una fuerza fundamental en la lucha contra el Estado Islamico (EI) se quedaba afuera por no haber sido invitada: los curdos sirios, los únicos actores locales en grado de resistir a las acometidas yihadistas….

Il cambiamento climatico come “moltiplicatore” di minaccia in Medio Oriente

Quando si pensa alle difficili sfide che la comunità internazionale si troverà ad affrontare nel prossimo futuro, la mente va immediatamente al fondamentalismo islamico, di cui l‘ISIS costituisce al momento la più chiara manifestazione, all’ondata migratoria già in atto nel continente europeo o alle potenziali conseguenze del crollo del prezzo del petrolio sull’economia globale. In realtà, un’altra grave minaccia si affaccia all’orizzonte, una minaccia in grado di avere effetti rilevanti su fattori di instabilità e di insicurezza già presenti in alcune aree del globo: il cambiamento climatico….

Does ISIS exist in Pakistan or not?

In January the Chief of Army Staff (COAS) of Pakistan Raheel Sharif issued a statement that ISIS does not exist in Pakistan. Besides, he firmly announced that the terrorists will not be allowed to reorganise themselves in Pakistan. He was referring to a joint military operation that was launched on 15 June 2014 against various militants groups, including the Tehrik-i-Taliban Pakistan (TTP), in North Waziristan under the title ‘Zarb-e-Azb’. The Army forcibly got them out from Pakistan and they then flee to Afghanistan….