Effetti geopolitici del COVID-19 sui paesi africani tra migrazioni e povertà

ASRIE Analytica ha pubblicato il quarto volume di Geopolitical Report dal titolo “Effetti geopolitici del COVID-19 sui paesi africani tra migrazioni e povertà” scritto da C. Alessandro Mauceri il cui obiettivo è quello di studiare l’impatto dell’emergenza sanitaria nel continente africano e gli sviluppi sociali e geopolitici.

In risposta al nostro progetto di ricerca annunciato tramite la Call for Papers “Italy, the EU, and the Mediterranean Area at the time of COVID-19”, Geopolitical Report Vol.4/2020 analizza la correlazione tra epidemie e mobilità dal punto di vista umano, sociale e geopolitico. Secondo l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, la pandemia di COVID-19 è la più grande ‘crisi di mobilità’ che il mondo abbia mai visto. In Africa, dove il virus ha colpito quasi tutto il continente, si prevede un periodo di grave recessione. Pochi gli ospedali, pochissimi i ventilatori per assistere le persone contagiate. Pochi i medici. Anche i centri di accoglienza per quanti, migranti interni o diretti verso l’Europa, cercano di fuggire potrebbero diventare focolai di contagio e di morte.

Spesso isolati in questi centri le condizioni igieniche sono spesso precarie, l’accesso ai medicinali e ai beni di prima necessità difficile e anche solo tenere la distanza di sicurezza tra le persone è praticamente impossibile. Problemi che si aggiungono ad altri ormai croniche per il continente, come la povertà, periodi di siccità alternati ad alluvioni, malattie diffuse (come la malaria) i cui sintomi spesso possono essere confusi con quelli del COVID-19 e, ultimo ma non ultimo, conflitti e scontri tribali che non sono cessati dopo la diffusione del corona virus. A questo, in alcuni paesi, si aggiungono le elezioni politiche e in altri l’invasione di locuste che ha già messo in ginocchio la popolazione più povera e aumentato la fame.

E’ possibile scaricare e leggere Geopolitical Report Vol.4/2020 al seguente link: Effetti geopolitici del COVID-19 sui paesi africani tra migrazioni e povertà