“My Future in Syria” un progetto per favorire la ricostruzione della società siriana

Il progetto MY FUTURE ideato da EPOS che mira a ricostruire la società siriana affetta dal conflitto attraverso programmi educativi mirati a ridare fiducia ai giovani siriani. Il  documentario “My Future in Syria – With and for the Refugees to Rebuild their Society“, diretto da Emanuela Claudia Del Re, fornisce un’immagine delle generazioni perdute dei giovani rifugiati siriani che non possono frequentare la scuola o l’università a causa della guerra.

Il progetto MY FUTURE, ideato da EPOS e supportato dal Ministero degli Affari Esteri italiano, ha come obiettivo quello di ricostruire la società civile siriana attraverso programmi educativi speciali ed innovativi che mirano principalmente a favorire l’acquisizione nuovamente della fiducia in se stessi e nel futuro con un nuovo spirito di iniziativa.

La guerra in Siria ha causato tre milioni di rifugiati e 6 milioni di Internally Displaced Persons (IDPs) sin dal 2012; attualmente i rifugiati vivono per la maggior parte in campi attrezzati in diversi paesi dove la scuola non è accessibile per le persone al di sotto dei 15 anni, fattore che ha ripercussioni a livello sociale e psicologico.

EPOS ha creato MY FUTURE con l’obiettivo di aiutare la gioventù siriana nei campi a credere in se stessi ed a sviluppare capacità individuali fornendo inoltre una opportunità unica e senza precedenti di libera espressione, pensiero critico, iniziativa con effetti benefici e permanenti per quelle persone che vivono all’interno dei teatri di guerra e nelle società non democratiche. Maggiori informazioni sul progetto sono reperibili al seguente link.


AUTORE

Emanuela Claudia Del Re. Esperta in geopolitica e studi di conflitto, minoranze, immigrazione e rifugiati. Specialista in Medio Oriente, Balcani e Caucaso, svolge l’incarico di professore di Sociologia Politica presso l’Università di Roma Niccolò Cusano.